domenica 7 settembre 2008

Organizzare la propria cucina giapponese in Italia

Questo argomento sarebbe più adatto per un forum che per un blog perchè avrei bisogno anche del parere dei lettori. Pertanto lo aggiornerò nel tempo anche grazie ai vostri suggerimenti.

Se siete stati contagiati dalle abitudini alimentari giapponesi (ad esempio perchè vivete con una persona giapponese, o avete vissuto lì molto tempo e amate quel modo di fare), probabilmente vorrete cucinare regolarmente alla giapponese anche stando in Italia, sia per ricreare quell'ambiente familiare che conoscevate, che per stupire gli amici. Quindi, oltre a disporre degli ingredienti adatti, sorge la necessità di organizzare l'angolo cottura e la tavola in modo da attrezzarla per una cucina così diversa dalla nostra. E quindi di fornirsi di attrezzature che normalmente non si usano in Italia.

Tanto per cominciare vorrei fare qui una check-list delle principali attrezzature e stoviglie necessarie/consigliabili, indicando dove trovarle ed eventuali strumenti alternativi.

  • La macchina cuociriso elettrica. (E' obbligatoria ogniqualvolta vivete con un giapponese)
  • Bollitrice per acqua (non è fondamentale in casa, ma è il vitale per il confort di un ospite giapponese, in albergo o in ufficio. Se non c'è ve la chiederà sicuramente.)
  • Bacchette per mangiare (Hashi), porta-bacchette (Hashi-oki), tovaglioli bagnati (oshibori), bacchette per cucinare, stuzzicadenti a punta singola (youji) nel loro tipico contenitore di bambu, bottigliette per shoyu e shichimi-togarashi, peperoncino, ecc...
  • Wan e scodelle di varie dimensioni, colori e materiali per riso, per miso-shiru, ramen, udon, soba, ecc ecc.
  • Una (o due o tre) serie di coltelli, dai coltelli tradizionali col manico in legno a quelli moderni in acciaio
  • stoviglie, soprattutto in ceramica e bambu
  • vassoi vari, in varie forme e colori
  • contenitore e mestolo per preparare il riso per sushi (oke e shamoji)
  • un vassoio per scolare il tenpura (cosa abbastanza comune e consigliabile anche per i fritti italici)
  • uno o più sake set (se avete il sake)
  • tetsubin e uno o piu ocha set (se vi piace il te, ma è una cosa abbastanza scontata)
  • tanto ghiaccio in frigorifero, per allungare birra e mix alcolici japanese-style (specie se organizzate una bella serata di karaoke con gli amici nipponici)
  • almeno un obento-bako per persona e relativi accessori, se vi piacciono.
  • Fornello portatile a gas per cucinare direttamente sul tavolo nabe, yakiniku, shabu-shabu, okonomiyaki, takoyaki, ecc. (o una piastra elettrica in alternativa)
  • un piccolo barbecue basso per fare yakiniku, yakitori all'aperto (una sorta di shichirin)
  • una "nabe" in terracotta da poter mettere direttamente sul fornello a gas
  • una "shabushabu-nabe" la pentola in metallo con il buco in mezzo per cucinare shabu-shabu sul tavolo
  • una "tamagoyaki-you-furaipan", la padella quadrata per cuocere la frittata
  • ... e tant'altro che per il momento non mi viene in mente

Ora dovremmo passare agli ingredienti... ne butto giù qualcuno:

  • Riso (quale varietà italiana si adatta di più alle nostre esigenze? Personalmente ho trovato un buonissimo riso giapponese, comunque prodotto in Italia: un altro pianeta!)
  • Salsa di soya giapponese
  • Miso
  • Tofu
  • Nattou
  • Daikon
  • Wasabi
  • Shichimi-togarashi
  • Olio di sesamo
  • Semi di sesamo
  • Salsa per okonomiyaki (ma come si fa?)
  • Alghe varie: nori, wakame, ecc ...
  • Taksuodon (scaglie di bonito essiccato)
  • Ingredienti vari per onighiri
  • Se avete la possibilità di farvi un orto... oba, edamame, saiaendo, daikon, ecc. coltivati direttamente da voi (che sogno!)
  • ... il resto lo scrivo dopo. A presto!

Nel frattempo, per farvi un idea su alcune attrezzature di cucina giapponesi, potete visitare il sito di Minohan http://www.minohan-net.com/ , una grande catena di negozi di attrezzature professionali. Dal sito è possibile scaricarsi l'intero catalogo in PDF. Istruttivo!

Un sito utile, se si capisse qualcosa, sarebbe Cookpad (http://www.cookpad.com/ ) una infinita raccolta di ricette, giapponesi e non, a cura di una community di casalinghe. Alcune ricette sono proprio fantasiose perchè le "cuoche" spesso si sbizzarriscono con ingredienti e tecniche veramente "originali"...

2 commenti:

Kazu ha detto...

Alla tua utilissima lista (ho davvero tutto tranne la suihanki, che sostituisco con una pentola con coperchio tradizionale) aggiungerei il sankaku-corner + fukuro, l'utilissimo contenitore da tenere nell'angolo del lavandino, dove gettare gli scarti alimentari da "scolare" negli appositi sacchetti usa, ri-usa e getta ^^
In Sardegna è in atto già da mesi il riciclo dei rifiuti umidi per la produzione del compost, secondo me questo aggeggetto spopolerebbe!

Baci

Paocin ha detto...

Grazie. A casa in Giappone ho il contenitore per i rifiuti umidi incorporato nello scarico del lavabo, e non ho pensato all'attrezzo che hai indicato, molto valido.
In effetti il lavandino stile giapponese è una cosa di cui volevo parlare, ma trattandosi di un intervento di non poco conto, non l'avevo messo nella lista (anche se ora questi lavabi si trovano anche in Italia).
A presto e grazie.